LU Murano IT

Novità

La semplicità è un’arte. LU Murano, esclusività e fantasia a tiratura limitata.

Pubblicato il

È aria e fuoco. È trasparenza, stile, creatività che, nascendo dalla tradizione, di essa rompe gli schemi per imporsi come concezione innovativa del prestigio, anche attraverso l’utilizzo di materiali “insoliti”.


È LU, “lui”, ossia il lampadario che in quell’essenza di luce e lusso concentra la semplicità del suo essere esclusivo. 100 pezzi l’anno per pochi eletti. E un prezzo che ne sigla l’assoluto valore aggiunto, diventando un tratto distintivo.

A tutti gli effetti, un’operazione di marketing non volontaria ma che al mondo è piaciuta subito.

Sorride il Maestro Fabio Fornasier, creatore e fondatore del marchio LU Murano. A cominciare da quel giorno in cui, in una chiesa austriaca interamente affrescata, il Maestro accese con lo stoppino la fiamma dell’imponente lampadario a olio che siglò la vera fusione tra la storicità di un gesto quasi dimenticato, la tecnica di lavorazione del vetro muranese e la vocazione sperimentale di un artista sui generis.

Non sono controcorrente semplicemente credo e cavalco l’onda delle nuove idee. Una creazione muranese è considerata bella quanto più è complessa: per me, un oggetto è tanto difficile quanto più viene semplificato nella sua fattura. Perché è difficile pensarlo.

Ed ecco che il concept secondo Fabio Fornasier conquista le platee internazionali. Tra i momenti più emozionanti, il primo premio alla Biennale di Venezia nel 1996, nella sezione giovani artisti del vetro, e nel 2007 il podio alla Biennale di Cheongju in Corea, conquistato fra 1.000 partecipanti. Senza dimenticare che nel 2006, primo muranese dopo tanti anni, viene invitato anche alla Biennale di Architettura.

Con Fabio Fornasier, 180 bottiglie di Franciacorta lavorate come da tradizione danno vita a un’opera di ingegno e di alto design.

Oggi più che mai vince l’idea: non è più il materiale, pur prestigioso, a fare l’artista.

E intanto guarda al futuro con la forza di un brevetto industriale e decorativo già registrato, che attende solo di essere rivelato al momento opportuno.

di Chiara Marsceglia, pubblicato a novembre 2010, su CODICE CD in collaborazione con Il Sole 24 Ore.